Portale clienti

Risparmiare acqua

Ecco come fare

Nella vita quotidiana, è possibile risparmiare acqua con misure mirate. Inoltre, l’acqua potabile può essere sostituita con acqua piovana senza che il proprio comfort ne risenta. Con qualche accorgimento mirato si possono risparmiare fino a 40 litri e oltre al giorno e a persona!

Modernizzare l’impianto

Vale sempre la pena passare a nuove apparecchiature a risparmio energetico, poiché rubinetti, miscelatori e sistemi di scarico del WC obsoleti fanno sprecare moltissima acqua.

  • Tasto di interruzione dello scarico per il WC: gli edifici di nuova costruzione sono quasi sempre dotati di sciacquoni con funzione di interruzione dello scarico. Questa pratica soluzione può essere comunque aggiunta in un secondo momento anche nei fabbricati più vecchi. Azionando l’apposito tasto, si può ridurre in modo significativo lo scarico d’acqua.
  • L’installazione di rompigetto o aeratori sui rubinetti fa sì che l’acqua in uscita venga miscelata con l’aria e il getto d’acqua risulti più corposo, mentre la quantità d’acqua erogata rimane invariata.
  • Il miscelatore regola automaticamente la percentuale di acqua calda e fredda secondo un valore prefissato. Basta aprire il rubinetto perché l’acqua venga erogata alla temperatura desiderata, riducendo notevolmente i consumi.
  • I rubinetti elettronici sono indicati soprattutto per gli edifici pubblici. Grazie ai sensori di movimento, l’acqua scorre solo quando è realmente necessaria.
  • Tubi che perdono e rubinetti gocciolanti comportano un enorme spreco d’acqua. Vanno fatti riparare immediatamente!

Chiudere il rubinetto

  • Preferire la doccia al bagno: il consumo d’acqua è nettamente inferiore.
  • Chiudere il rubinetto mentre ci si lava i denti! Anche facendo la doccia non è necessario che l’acqua scorra in continuazione.
  • Usate la lavastoviglie ed evitate il risciacquo sotto l’acqua corrente.

Sfruttare al massimo le capacità

  • Se possibile, lavatrice e lavastoviglie dovrebbero essere messe in funzione solo a pieno carico.
  • Cucinate utilizzando la quantità d’acqua effettivamente necessaria.
  • Lavate la macchina all’autolavaggio: il lavaggio a mano richiede molta più acqua.
  • Se possibile, usate l’acqua piovana invece dell’acqua potabile per annaffiare i fiori o fare le pulizie, per lavare la macchina o la biancheria ed anche per lo sciacquone della toilette.
  • Se fate scorrere l’acqua aspettando che si scaldi, potete raccoglierla e usarla per annaffiare i fiori.

Utilizzare acque piovane

Se possibile, utilizzate acqua piovana invece di acqua potabile per innaffiare fiori, pulire, lavare le auto, lavare i vestiti e sciacquare i servizi igienici.

Prendersi cura dell’acqua

I detergenti sono composti da una miscela di sostanze chimiche che possono causare gravi danni all’ambiente. Per ridurre i rischi, acquistate prodotti ecocompatibili, usate meno detergenti e servitevi di prodotti chimici in modo oculato e solo quando realmente necessario!

Qui trovate alcuni consigli per pulire la casa in modo ecologico:

  • Aceto e succo di limone sono il miglior detersivo per eliminare sgradevoli aloni da vasche da bagno e lavandini.
  • I fornelli d’acciaio si lucidano facilmente immergendoli in acqua bollente e bucce di mela.
  • Per la pulizia delle finestre, è sufficiente mettere un po’ d’aceto e alcol nell’acqua, invece di ricorrere a costosi detergenti per vetri. Se poi si aggiunge un pizzico di sale, le finestre tornano a brillare.
  • Passate prima un foglio di giornale umido sulla macchia, asciugate bene e il gioco è fatto!
  • La segatura è ideale per detergere i recipienti unti.
  • Per rimuovere le macchie di insetti dai paralumi, basta strofinarli accuratamente con un panno imbevuto di acqua tiepida e aceto.
  • Le macchie d’unto sulla tappezzeria si eliminano applicando uno strato di carta assorbente e passando sopra il ferro da stiro moderatamente caldo. La carta assorbente cattura l’unto.
  • Cospargendo di sale la piastra, si eliminano sgradevoli odori di cottura.
  • Per evitare i cattivi odori in frigorifero, riporre al suo interno una ciotola di caffè macinato.
Condividi:

Noi utilizziamo cookie per migliorare l'esperienza utente. Utilizzando il nostro sito web, l'utente accetta la memorizzazione di tali cookie sul suo dispositivo. Direttiva cookie