Portale clienti

FAQ - domande frequenti

Domande relative all'allacciamento

Come devo fare per ottenere un nuovo allacciamento alla rete di teleriscaldamento in una zona già coperta?

Basta presentare la domanda e firmare il contratto di allacciamento. Tutti i lavori relativi al “lato primario” vengono eseguiti da ASM Bressanone SpA (oppure da aziende terze su suo incarico). Tutti i costi derivanti da questi lavori sono a carico di ASM Bressanone SpA. Tutte le installazioni primarie rimangono di proprietà di ASM Bressanone SpA.

L’allacciamento alla rete di distribuzione di ASM Bressanone SpA avviene tramite la stazione di consegna del calore. Questa viene fornita e installata a spese di ASM Bressanone SpA.  ASM Bressanone SpA suggerisce il tipo di collegamento ed eventuali lavori di adeguamento dell’impianto lato abitazione (“lato secondario”). È suo compito far eseguire questi lavori.

ASM Bressanone SpA effettua i lavori in base al progetto.

Quanto costa l’allacciamento alla rete di teleriscaldamento?

Per l’allacciamento alla rete di teleriscaldamento le viene addebitata una tariffa di allacciamento.

ASM Bressanone SpA si occupa della posa delle tubazioni fino all’abitazione; qui installa la stazione di consegna del calore, completa di contatore di energia termica, valvola di regolazione e unità di comando per un massimo di due circuiti di riscaldamento e uno di erogazione di acqua calda lato cliente.

Quali altri costi devo sostenere oltre alle tariffe di allacciamento?

I lavori lato cliente (o lato secondario) sono a suo carico. Si tratta ad esempio dei lavori di allacciamento idraulico dell’impianto e del cablaggio elettrico di pompe, miscelatori e dispositivi di comando.

Con un edificio di nuova costruzione sono obbligato a optare subito per il teleriscaldamento o posso farlo anche successivamente?

Nelle aree servite l’allacciamento alla rete di teleriscaldamento può essere eseguito in qualsiasi momento. Considerato che l’impianto di riscaldamento presuppone un investimento cospicuo, nel caso di un edificio di nuova costruzione è consigliabile decidere in un’ottica di lungo periodo.

Come devo fare per passare al teleriscaldamento?

Se risiede all’interno dell’area di fornitura, la procedura è semplice: ASM Bressanone SpA si occupa di installare le tubazioni domestiche e la stazione di consegna del teleriscaldamento.

Le tubazioni di collegamento dalla stazione di consegna del calore (allacciamento secondario) e i necessari lavori di adeguamento dell’impianto di riscaldamento devono essere eseguiti da un idraulico di fiducia.

Abito in un condominio con un impianto di riscaldamento centralizzato. Posso fruire del teleriscaldamento?

In caso di comproprietà, la maggioranza dei proprietari deve essere favorevole all’allacciamento. Le formalità e la stipula dei contratti sono di competenza dell’amministratore di condominio.

Vivo in un condominio. In questo caso si possono stipulare anche più contratti di allacciamento?

In linea di principio, ogni immobile viene allacciato solamente in un punto alle tubazioni di fornitura del teleriscaldamento.

La possibilità sussiste se sono soddisfatti i requisiti tecnici (circuiti di riscaldamento separati, spazio sufficiente), ma in tal caso la realizzazione deve essere progettata individualmente.

Qual è la potenza di allacciamento?

La potenza di allacciamento varia in funzione delle dimensioni e del fabbisogno di calore dell’edificio.

Potenze standard:
0–15 kW; 16–30 kW; 31–50 kW; 51–75 kW; 76–100 kW; 101–125 kW; 126–150 kW; 151–175 kW; 176–200 kW; 201–250 kW; 251–300 kW; 301–400 kW; 401–500 kW; 501–600 kW; 601–800 kW; 801–1000 kW; 1.001–1.500 kW; 1.501–2.000 kW

La potenza di allacciamento incide sul consumo?

In linea di massima no. La potenza di allacciamento dev’essere però dimensionata in modo tale da far funzionare l’impianto efficientemente, evitando costi superflui.
Attenzione! Potenze di allacciamento troppo basse non solo tendono a far funzionare l’impianto con minori rendimenti, ma rischiano anche di causare congestioni nell’erogazione di energia termica all’immobile. In altri termini, troppo poca potenza di riscaldamento invernale = casa fredda!

Si può mantenere in funzione l’impianto di riscaldamento esistente (stufa, caldaia a legna o a gas ecc.)?

Sì. Tenga presente che, in ogni caso, verrà fatturato il prelievo minimo pari a 300 kWh per ogni kW di potenza di allacciamento previsto dal contratto di fornitura. Inoltre, in presenza di generatori di calore alternativi, devono essere rispettate le normative antincendio e non dev’essere compromessa l’efficienza della fornitura di calore tramite teleriscaldamento. Questi impianti devono inoltre essere sottoposti come sempre alla manutenzione ordinaria (controllo bruciatore, spazzacamino, …).

Vanno considerati anche i costi maggiori per lo smantellamento dell’impianto esistente in un momento successivo, piuttosto che durante i lavori di adeguamento alla fornitura di teleriscaldamento.

Cosa devo fare se una casa dotata di teleriscaldamento rimane improvvisamente disabitata? La fornitura va sospesa?

Sì, deve dare la disdetta del contratto di fornitura del teleriscaldamento presso ASM Bressanone SpA. Inoltre occorre garantire che la stazione di consegna sia protetta dal gelo. A tal fine potrebbe essere necessario rimuovere la stazione.

Qual è il periodo di durata vincolante del contratto di fornitura?

Il contratto di fornitura viene stipulato a tempo indeterminato e può essere disdetto in qualsiasi momento con preavviso scritto di un mese.

Domande relative alla tariffa e alla fattura

Vengono addebitate spese fisse o canoni per il consumo?

No, non è previsto l’addebito di canoni o spese fisse sui consumi. Il contratto prevede tuttavia un prelievo minimo annuale che viene fatturato ad ogni singolo cliente. Questo viene calcolato nel modo seguente: 300 kWh x potenza di allacciamento. L’anno termico coincide con l’anno civile; inizia quindi il 1º gennaio e termina il 31 dicembre.

Il nostro condominio verrà allacciato alla rete di teleriscaldamento. È possibile una fatturazione separata dei consumi?

No.

Quando e con quale frequenza mi viene inviata la bolletta del teleriscaldamento?

Per una potenza di teleriscaldamento allacciata superiore a 100 kW la bolletta viene inviata mensilmente, nel caso di una potenza di teleriscaldamento inferiore o pari a 100 kW viene inviata bimestralmente.

Come viene fatturato il teleriscaldamento?

Cosa succede se ritardo con i pagamenti?

In caso di ritardo nel pagamento verranno conteggiati interessi di mora pari al tasso d’interesse stabilito dalla BCE (art. 5 D.Lgs. 2002/231) aumentato del 3,5%. Se le fatture risultano insolute nonostante il sollecito trasmesso con raccomandata, la fornitura sarà sospesa per morosità. Per l’attivazione della fornitura è indispensabile che sia saldata l’intera posizione insoluta. 

Come devo fare per vedere quanto consumo in termini di teleriscaldamento?

I valori statistici del consumo personale medio giornaliero e annuale sono consultabili sul portale clienti di ASM Bressanone SpA. Qui gli utenti possono accedere in qualsiasi momento, 24 ore su 24, ai propri dati attuali e storici e a statistiche sui propri consumi. Basta effettuare la registrazione sulla pagina

Vorrei eliminare la bolletta cartacea. Come devo fare per passare alla fattura online?

La fattura online è consultabile sul portale clienti di ASM Bressanone SpA; su richiesta, può essere inviata anche come allegato all’e-mail.
Allo scopo dovrà richiedere la registrazione tramite il portale clienti oppure presso uno degli sportelli clienti di ASM Bressanone SpA. Dopo aver effettuato la registrazione nel portale clienti, richieda alla voce “Fatture”, nell’area cliente personale, il passaggio dalla bolletta cartacea alla fattura online.

Come devo fare per passare a un ordine permanente?

Il modulo per l’ordine permanente è disponibile presso gli sportelli clienti di ASM Bressanone SpA oppure online sul portale clienti. Il modulo compilato e firmato va restituito tramite e-mail, per posta o consegnato personalmente. Di tutto il resto si occuperà ASM Bressanone SpA.

Il teleriscaldamento è davvero più conveniente del riscaldamento a gasolio?

Il grande vantaggio del teleriscaldamento sta nell’investimento relativamente contenuto e nei costi di manutenzione ridotti. In tal senso il teleriscaldamento è relativamente economico.

Domande generali

Da dove proviene il cippato utilizzato per la produzione di teleriscaldamento?

Le principali fonti del legno per il cippato sono l’agricoltura e la silvicoltura locali. Poiché tale risorsa rappresenta un buon 90% delle fonti di energia rinnovabili, il teleriscaldamento porta anche valore aggiunto all’economia locale.

Perché non lavorare solo con il cippato?

Durante il periodo estivo, nelle centrali di teleriscaldamento di Varna-Bressanone e Perara il teleriscaldamento è generato esclusivamente da biomassa, mentre nei mesi invernali è prodotto prevalentemente con gas metano da altri impianti di cogenerazione gestiti a livello centrale. Per ragioni legate alla sicurezza dell’approvvigionamento, nonché alla copertura del fabbisogno di riserva e dei periodi di maggior richiesta, non è possibile rinunciare totalmente ai combustibili fossili, in particolare al gas metano.

ASM Bressanone SpA ha intenzione di ridurre la quota di gas metano?

Sì, ove possibile ASM Bressanone SpA punta sulle energie rinnovabili. Sono in corso diversi studi volti ad aumentare questa quota, ad esempio promuovendo l’uso della biomassa o dell’energia geotermica.

Cosa significa energia geotermica?

Presso la centrale di teleriscaldamento di Varna, l’azienda tedesca Geocalor-D sta testando l'utilizzo di energia geotermica. La trivellazione nel terreno deve raggiungere una profondità di circa 8.000 m.

ASM Bressanone SpA e la Teleriscaldamento Bressanone-Varna scarl srl sono contrattualmente coinvolte nel progetto solamente in qualità di acquirenti per il calore e non si assumono alcun costo o lavoro, ovvero nessun rischio di progetto. Tuttavia, se la trivellazione avrà successo, si avranno notevoli vantaggi.

Come funziona l'energia geotermica?
Nell'energia geotermica, l'acqua viene trasportata attraverso una tubazione nelle profondità del terreno, dove unicamente grazie alla roccia che le trasmette calore diventa così calda da poter risalire per mezzo di pompe e generare energia. Poiché questa tecnologia innovativa prevede una sola perforazione in verticale nel terreno, non sussiste il rischio di movimenti sismici.

Qual è il vantaggio dell'energia geotermica?
Nel caso la trivellazione venga effettivamente eseguita con successo, ASM Bressanone SpA e quindi anche la popolazione di Bressanone e Varna avrà accesso ad energia pulita a basso costo. Si ipotizza che la produzione di energia si aggiri intorno ai 12.000 kW(th). Se questa stima è corretta, sarà possibile sostituire il 50% della quantità di calore attualmente prodotto tramite combustione di biomassa e gas metano. Ciò significherebbe che il 70% del fabbisogno di calore a Bressanone e nei comuni limitrofi sarebbe coperto tramite forme di energia rinnovabile.

Condividi:

Noi utilizziamo cookie per migliorare l'esperienza utente. Utilizzando il nostro sito web, l'utente accetta la memorizzazione di tali cookie sul suo dispositivo. Direttiva cookie