Portale clienti

I vantaggi del teleriscaldamento

Sicurezza dell'approvvigionamento e tutela dell'ambiente vanno di pari passo

Il teleriscaldamento offre molti vantaggi al cliente. E anche l’ambiente ci guadagna.

Il teleriscaldamento è una forma di energia pulita, in quanto rinuncia per la maggior parte all’impiego di combustibili fossili e grazie a una combustione efficiente contribuisce alla riduzione di emissioni nocive. La biomassa è considerata una fonte di energia neutrale in termini di CO2.

I valori di emissione vengono costantemente registrati e inviati all’Ufficio Aria e rumore una volta all’anno. Inoltre, il Laboratorio provinciale di chimica fisica effettua senza preavviso misurazioni delle emissioni. Il teleriscaldamento ha migliorato enormemente la qualità dell’aria e il bilancio di CO2 a Bressanone, riducendo in modo provato gli inquinanti atmosferici, i gas a effetto serra e le elevate temperature dei gas di scarico.

I vantaggi in sintesi

Per voi

  • Elevata sicurezza dell'approvvigionamento.
  • Nessuna combustione nell'abitazione, poiché il teleriscaldamento è fornito come pronto all’uso.
  • A ingombro ridotto, in quanto caldaia, deposito combustibili, serbatoi di olio e gas nonché il camino diventano superflui.
  • Ridotta spesa di esercizio e manutenzione, perché, essendo tecnicamente avanzato, vengono utilizzati pochi componenti soggetti a guasti.
  • Pericoli di esplosione, cortocircuito o incendio sono esclusi.
  • Approvvigionamento di calore continuo e controllato centralmente insieme a manutenzione, pulizia, rispetto delle disposizioni di legge ambientali e dei provvedimenti in materia di sicurezza.
  • Stabilità del prezzo rispetto al costo del gasolio.
  • Fatturazione del consumo effettivo.
  • Riscaldamento in funzione del bisogno personale.

Per l'ambiente

  • Produzione di energia ecologica e sostenibile. Grazie alla biomassa, è possibile risparmiare emissioni di CO2: circa 42.000 tonnellate all'anno.
  • Riduzione delle emissioni di NOx e SO2.
  • Eliminazione delle polveri sottili (PM 10 e PM 5).
  • Eliminazione di vecchi impianti di riscaldamento inadeguati in villette unifamiliari e condomini.
  • Minore spreco energetico (in media il 42% in meno negli impianti di produzione tradizionali e il 15% in caso di teleriscaldamento).
  • Risparmio di circa 23.200.000 litri di gasolio all’anno.
  • Eliminazione di 1163 autocisterne all’anno con un carico di 20.000 l ciascuna.
  • Migliore impiego dell’energia prodotta dal metano mediante l'impiego di impianti di cogenerazione.
  • Aumento del grado di efficienza dell'impianto di cogenerazione mediante l'impiego di scambiatori di calore nel tubo di scarico del metano.
  • Abbassamento della temperatura dei gas di scarico da 120° a 65°, contribuendo così a combattere il riscaldamento climatico.
  • Aumento del grado di efficienza dell'impianto di cogenerazione mediante l'impiego di pompe di calore sulla linea di ritorno dell'impianto di cogenerazione.
Condividi:

Noi utilizziamo cookie per migliorare l'esperienza utente. Utilizzando il nostro sito web, l'utente accetta la memorizzazione di tali cookie sul suo dispositivo. Direttiva cookie